Home
Comunicazione anno 2012
Scritto da Amministratore   
martedì 05 febbraio 2013

“S.CO.D.RE.” a.r.l.

Relazione di fine anno 2012

SOCIETA’ COOPERATIVA DIPENDENTI DELLA REGIONE SICILIANA

Reg. al N.29167 elenco intermediari finanziari

AI SOCI IN QUIESCENZA  ED AI SOCI IN SERV. C/O:    ISP. PROV. AGRICOLTURA;   UFF.DEL GENIO CIVILE;  AZ. FORESTE DEMAN.;  ISP. RIPAR. FORESTE;   UFF.PROV.LAVORO E M.O. ;   UFF. BENI CULT.ED AMB.;   ISP. PROV. LAVORO;   UFF. PROV. MOTOR. CIVILE;   CO.RE.MI.;   U.R.E.G.A.;   UFF. REG. PROTEZ. CIVILE; RIP. FAUNISTICO VENATORIA; DIPARTIMENTO AMBIENTE (EX MEDICO PROVINCIALE)                  LORO SEDI.

                   OGGETTO: Comunicazione attività anno 2012 e previsione per l’anno 2013.       DA LEGGERE ATTENTAMENTE.

                La S.CO.D.RE. costituita nel Novembre  1981 con sede presso l’Ispettorato Provinciale Agricoltura di Caltanissetta , conta ad oggi 191 soci dipendenti regionali in servizio ed in quiescenza sottoscrittori di quote di risparmio mensili,  vincolate per un periodo di mesi 12 dal primo versamento. Detta Cooperativa è garantita dal controllo della Banca d’Italia e del Ministero delle  Finanze. Il Patrimonio netto dei Soci (quote associative o Capitale Sociale di €. 360,00 l’uno + quote volontarie di risparmio + versamenti aggiuntivi + interessi netti) al 31/12/2011 ammonta a circa €. 1.850.000 garantito dai crediti per anticipazioni concesse ai soci; crediti che hanno consentito di coprire quasi per intero le perdite pregresse. I versamenti aggiuntivi sono consentiti per far fronte alle richieste d’anticipazioni o rimborsi che rimarrebbero inevase una volta utilizzati le normali entrate mensili. Gli interessi netti vengono rimborsati dopo l’approvazione del relativo bilancio (aprile 2013); il costo della “Tenuta conto” per il 2013 viene determinato come descritto nella sottostante tabella.

COSTO TENUTA CONTO SUGLI INTERESSI NETTI MATURATI AL 31/12/2012:

Da €

A €

Costo

Da €

A €

Costo

0

114.29

8,00

114.30

285.71

16,00

285.72

685.71

26,00

685.72

--

51,00

Il Consiglio d’ Amministrazione durante l’anno 2012, in relazione ai movimenti finanziari ha deliberato:  

la concessione di 8 anticipazioni decennali  e 1 anticipazioni quinquennali e 6 rinnovi per complessivi € 240.598,27

il rimborso quote,  attribuibili ad esigenze dei soci ed a pensionamenti, per circa € 393.116,28

Gli importi ed i tassi delle anticipazioni per il 2013, seguendo il mercato, resteranno immutate rispetto al 2012 e precisamente secondo le indicazioni  della sottostante tabella:

 

IMPORTO MUTUATO

 

NETTO RICAVO

 

N. RATE

 

IMPORTO RATA

 

TASSO

 

T.A.E.G.

   5.377,04

€ 5.251,89

5.251,89

60

  100,00

4,40%

5,503%

  8.065,56

  7.877,84

60

€ 150,00

4,40%

5,503%

€ 10.754,09

€ 10.503,80

60

€ 200,00

4,40%

5,503%

€ 13.442,61

€ 13.129,74

60

€ 250,00

4,40%

5,503%

€ 20.054,84

€ 19.097,34

120

€ 204,00

4,10%

5,278%

€ 27.526,25

€ 26.212,04

120

€ 280,00

4,10%

5,278%

€ 32.441,65

€ 30.892,75

120

€ 330,00

4,10 %

5,278%

I soci in servizio di età non superiore agli anni 65, ed in quiescenza, di età non superiore ai 70 anni che nel 2013 richiederanno le anticipazioni di cui sopra,dovranno comprovare con apposito certificato stipendiale o,  con busta paga, che l’importo mensile netto in queste evidenziato, giustifichi l’importo dell’anticipazione richiesta; diversamente, in presenza di altre ritenute sulle proprie competenze, dovranno prioritariamente procedere alla relativa estinzione, anche con l’eventuale intervento della SCODRE.  I coniugi, entrambi soci, potranno richiedere, anche separatamente, ma con qualificate garanzie, l’anticipazione decennale; nei casi di richiesta singola il relativo contratto dovrà essere supportato da fideiussione dell’altro coniuge o, in assenza, da altro erede legittimo o da altro soggetto accetto al Consiglio d’Amministrazione. I soci possono richiedere il rinnovo decennale dopo quattro anni  dal primo versamento, quelli quinquennali dopo  due anni. Quale incentivo, solo nel caso di rinnovo di prestito, non sarà più dovuta la penale dello 0.75% sul debito residuo estinto anticipatamente.

I prestiti concessi a partire dal 2009 verranno finanziati a condizione che vengano estinti con il capitale accumulato quando questi eguagli l’importo del debito residuo; anche in questo caso non sarà dovuta la penale dello 0.75% sul debito residuo estinto anticipatamente.

A seguito di delibera assembleare dell’Aprile 2012, le quote volontarie di risparmio che i soci potranno versare, sono state liberalizzate in tagli da  28,00 €;  56,00 €; ovvero 112,00 €  e  rimodulate in maniera da suddividere la quota imputabile alla tredicesima sui dodici ratei mensili di stipendio.

Inoltre nel corso del 2013 si chiederà a tutti i soci di comunicare a ciascun CED dei rispettivi Assessorati d’appartenenza  di trattenere e versare direttamente alla SCODRE  la quota di risparmio e l’eventuale rata di rimborso del prestito, così come stabilito, per un problema di garanzie, dagli organi di controllo. (Tale prassi è stata da sempre in uso per i dipendenti dell’Isp. Prov. Agricoltura.)

IL TASSO DI INTERESSE sugli importi,  versati e maturati, non prelevati fino al 31/12/2012, è determinato nella misura del  2,50% lordo, mentre per gli importi prelevati  prima di tale data, sarà applicato un tasso di interesse pari al 1,30% lordo. I tassi suddetti per il 2013 potranno essere variati, in + o in – fino ad un massimo dello 0,50%, a prudente discrezione del Consiglio di Amministrazione con semplice delibera  da effettuarsi nel mese di Novembre. Purtroppo con D.L. 138/2011 art. 2 c. 25 a far data dal  1/1/2012 la ritenuta fiscale sugli interessi è aumentata dal 12,5% al 20%.

Si comunica che le richieste di rimborso saranno evase successivamente alla data del 30 di Aprile compatibilmente con le disponibilità di cassa e con priorità per i casi particolari che saranno vagliati dal C.d.A.; resta inteso che l’estinzione di un proprio debito mediante l’utilizzo in compensazione di un proprio credito, non determinando alcun esborso finanziario per la SCODRE, sarà sempre ammesso.

Poiché per disposizione della Banca d’Italia gli associati successivamente alla data del 27/04/1995 non potranno mantenere lo stato di socio se collocati in quiescenza, tutti coloro i quali dovessero trovarsi in tale condizione dovranno tempestivamente comunicarlo alla SCODRE per gli opportuni adempimenti da eseguire.

Si comunica inoltre che scelte gestionali prudenziali volte alla ricapitalizzazione nonché l’incremento dei pensionamenti ha determinato anche quest’anno una contrazione, seppur minore rispetto all’anno precedente, dell’attività finanziaria della cooperativa che ha suggerito di non  erogare l’omaggio natalizio; si confida nel futuro di ripristinare tale gradita ventennale tradizione.

I colleghi, dipendenti regionali che volessero associarsi potranno rivolgersi ai Referenti S.CO.D.RE. presso ciascun ufficio regionale ovvero al Presidente  presso l’IPA di Caltanissetta previo appuntamento  Tel.: 0934/5107228;  Cell.: 339/6823372.

Il Capitale sociale da versare per l’associamento potrà essere erogato in sei rate mensili senza alcun ulteriore onere.

F.TO: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Ultimo aggiornamento ( venerdì 22 maggio 2015 )
 
Avviso a tutti i soci
Scritto da Amministratore   
mercoledì 07 novembre 2012

AVVISO A TUTTI I SOCI

 

 

 

 

Questa Cooperativa nell’intento di agevolare i soci ed in ottemperanza a quanto previsto dai DPR 180/50 e 585/50 nonché  dalla Legge 14/5/2005 N. 80 che prevedono l’obbligo della trattenuta in busta paga delle rate di prestito concesse ai dipendenti, ha concluso l’iter di accredito presso tutti i CED (centri di elaborazione dati della Regione Siciliana preposti al pagamento degli stipendi) per cui già a partire dal mese di ottobre 2012 i nuovi soci ovvero coloro i quali hanno ottenuto un’anticipazione da parte della SCODRE vedranno trattenute in busta paga sia le quote volontarie di risparmio sia le rate relative al rimborso del prestito.

Tale modo di operare, nel consentire ai soci di risparmiare  il costo del bonifico di tali versamenti eviterà spiacevoli solleciti per le “involontarie” dimenticanze e l’applicazione degli interessi di mora così come raccomandato dai funzionari della Banca d’Italia nel corso della loro ultima visita ispettiva del 2010.

Ove fosse il caso si ricorda che l’addebito in busta paga è da sempre in atto per i dipendenti dell’Assessorato delle Risorse Agricole ed Alimentari (Ispettorato Provinciale Agricoltura  e Condotte Agrarie).

Questo meccanismo verrà via via esteso a tutti i soci, da qualunque Assessorato dipendano, con le modalità e la tempistica che il Consiglio di Amministrazione riterrà più opportune, si spera comunque entro i primi mesi del prossimo anno.

Resta inteso che ogni  socio sarà opportunamente contattato al fine di evitare duplicazioni nei versamenti mensili.

Certi di fare cosa gradita e doverosa ai sensi di legge, si resta a disposizione di chiunque volesse ulteriori chiarimenti.

   

                                                                                             F.to IL CONSIGLIO D’AMMINISTRAZIONE

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 07 novembre 2012 )
 
Bilancio e Nota integrativa 2012.
Scritto da Amministratore   
martedì 29 maggio 2012

Nel link qui di seguito potete trovare il bilancio dell'anno 2011 e le relative: nota integrativa, relazione del revisore contabile e relazione del consiglio di amministrazione.

Bilancio, Nota integrativa, Relazione revisore contabile e Relazione consiglio di amministrazione per il bilancio 2012.

Ultimo aggiornamento ( martedì 11 marzo 2014 )
 
Verbale d'assemblea 2^ convocazione 2012.
Scritto da Amministratore   
martedì 22 maggio 2012

Nel link qui di seguito potete trovare il verbale d'assemblea del 26 aprile 2012.

Verbale d'assemblea 2° convocazione 2012.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 22 maggio 2015 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 41 - 48 di 59